frestag

Il CAM per lavorazioni di asportazione del materiale su centri di lavoro 3 assi e/o tornio

Frestag è il CAM sviluppato da Taglio per la lavorazione del marmo e della pietra con centri di lavoro a controllo numerico.

E’ semplice e intuitivo e può essere utilizzato anche da chi non ha particolari nozioni informatiche grazie all’interfaccia utente di tipo “wizard” che guida l’operatore durante le fasi di lavorazione e riduce sensibilmente la probabilità di commettere errori di programmazione.

Con Frestag si possono gestire centri di lavoro 3 assi e macchine dotate di tornio.

Disegno e progettazione

In combinazione con Logotag, a partire da entità geometriche 2D è possibile riprodurre:

  • lavabi, lavandini, cave e tasche nel pieno
  • cornici a sezione costante e bordi di camini
  • rivestimenti lineari e curvi (corrimano e copertine)
  • piatti doccia e gocciolatoi per cucine
  • colonne e tortiglioni
  • colonnine e scanalature

A partire dal piano X-Y, l’utente sceglie i profili del disegno (TAG, DWG, DXF) da importare in Frestag in funzione del pezzo da realizzare.

Il motore grafico di Frestag visualizza il pezzo in 3D sulla base della geometria scelta e delle lavorazioni da applicare.

Lavorazioni

L’utente può programmare le lavorazioni di:

  • contornitura di profili e sezioni a 3 assi sia in sgrossatura che lucidatura; sono inoltre disponibili alcune sequenze di utensili preconfezionate (es. 3 mole diamantate e 3 mole lucidanti) per programmare il pezzo finito in pochi clic
  • cava (sgrossatura) con fresa per passate concentriche o parallele
  • cava (sgrossatura) con disco per passate parallele
  • sgrossatura e finitura in pianta sezione e pianta-2-sezioni
  • rastrematura di piatti doccia e similari
  • sgocciolatoio per piani cucina
  • cicli fissi e foratura
  • lucidatura del piano
  • concavo e convesso
  • tornitura di colonne e torciglioni (su asse in continuo)

I cicli di lavoro sono calcolati in funzione del pezzo da realizzare, indipendentemente dalle caratteristiche del controllo numerico e dalla cinematica della macchina.

Il post processor traduce le lavorazioni nel linguaggio adatto al controllo numerico, tenendo conto delle caratteristiche del centro di lavoro (es. cambio utensile, tavola rotante, rinvio angolare).

Utensili

Il magazzino utensili può contenere frese (piatte, coniche, sferiche), utensili sagomati di qualsiasi tipo e forma, dischi e aggregati.

L’operatore può programmare in modo automatico, se il controllo numerico lo supporta, o manuale il posizionamento delle battute e delle ventose per bloccare il grezzo da lavorare.

Richiedi informazioni